La stagione dei cachi

Alla scoperta delle potenzialità di un frutto che arriva dall’Oriente, oggi parte della nostra alimentazione, dal dolce al salato!

Le mele d’Oriente, i cachi, sono approdate in Italia soltanto alla fine dell’Ottocento, ma oggi fanno parte della nostra dieta invernale. Come frutto a fine pasto o come ingrediente principale di un dolce, et voilà, il caco è il re della tavola.

Un po’ di storia…

L’albero dei cachi, noto anche come l‘albero delle sette virtù, è una pianta molto forte. Così forte che si narra che in Giappone nel 1945 quando Nagasaki fu colpita con la bomba atomica le uniche piante che sopravvissero furono appunto dei cachi. Per questo motivo oggi è chiamata anche Albero della Pace.

Tra i frutti più apprezzati dagli italiani. Foto @Pixabay

Tra i frutti più apprezzati dagli italiani. Foto @Pixabay

Perché i cachi fanno bene

Questo frutto è perfetto per chi è a dieta. Poco calorico e ricco di vitamine e sali minerali, il caco si adatta a un regime alimentare sano ed equilibrato. Grazie alla vitamina A, B e C la mela d’Oriente è consigliata soprattutto d’inverno per dare il giusto apporto per la dieta quotidiana. E ancora potassio, calcio, fosforo e betacarotene lo rendono anche un ottimo antiossidante e un sostenitore delle difese immunitarie.

Abbinamenti insoliti ma gustosi

Ciò che rende davvero unici i cachi sono i loro svariati – e inaspettati – utilizzi in cucina. Tutti pensiamo che il caco sia un semplice frutto da dopo pasta, ma invece sono sempre di più gli chef che giocano con questo ingrediente speciale. Per esempio, forse, non tutti sanno che il caco acquista un gusto unico abbinato con alcuni formaggi, come la ricotta o lo yogurt greco o anche insieme a degli affettati, come il prosciutto cotto e la bresaola. Il tutto, ovviamente, è più gustoso e sano se, sia i latticini sia gli insaccati scelti sono biologici. Come, per esempio, gli ingredienti che scegliamo per i nostri panini. Vi aspettiamo allora per assaggiare il nostro panino dedicato a questo frutto unico e prezioso.